La vera apologia di Socrate

di Kostas Varnalis
Crocetti, 2024
Collana: Biografie, Letteratura e Studi Letterari
In commercio dal: 2024
Pagine: 168 p.,
ISBN: 9788883064159

15,20

-5%

Opzioni di pagamento

Descrizione

Una critica feroce e sarcastica del potere, della democrazia che ha tradito le promesse, dell’idealismo e dell’intellettualismo etico. Il discorso pronunciato da Socrate nel processo che lo condurrà alla morte non è la celebre Apologia scritta da Platone, e nemmeno quella, meno fortunata, scritta da Senofonte. Il vero Socrate tiene un’orazione beffarda e contrita, anzitutto prendendosi gioco della stoltezza degli Ateniesi, che lo condannavano a bere la cicuta senza capire quanto egli fosse loro indispensabile, sia – in grazia della sua eccentricità – come capro espiatorio di ogni male sia – in ragione della sua etica rassegnata e del suo idealismo – come puntello per il loro modello sociale classista e discriminatorio. Da fine conoscitore del mondo antico, da convinto seguace del materialismo comunista, e da cittadino di un Paese (la Grecia del primo Novecento) dilaniato da dittature, colpi di stato militari e lotte civili, il poeta Kostas Vàrnalis offre qui la lettura di Socrate più dissacrante e più eterodossa del Novecento: e se ne serve, socraticamente, per provare a illuminare gli uomini di oggi sul loro presente e sul loro futuro.

    Segnaposto
    La vera apologia di Socrate