Guerra ed estate

di Luca Ronconi
Feltrinelli, 2024
Collana: Biografie, Letteratura e Studi Letterari
In commercio dal: 2024
Pagine: 160 p.,
ISBN: 9788807898471

12,35

-5%

Opzioni di pagamento

Descrizione

Il Luca Ronconi regista è conosciuto, immortale, pluripremiato. Quello drammaturgo, fino a oggi, del tutto ignoto. Ma grazie al lavoro svolto sui suoi archivi, riemerge ora questa brillante commedia in tre atti, mai messa in scena e solo una volta apparsa alle stampe, sulla rivista “Filmcritica”, nel 1959. Scritta nel 1956 e poi accantonata, è un testo che attraversa le inquietudini della guerra e del dopoguerra e che si legge come un film. In una villa sui colli del Garda un gruppo di amici si ritrova nel tempo. La scena si apre nel 1944 con Dino, un maestro fascista, innamorato di Clara, una giovane che non lo ricambia ed è a sua volta affascinata da Pietro, un ragazzo ebreo che cerca di sfuggire alle retate e alla deportazione. La sorella di Clara, Luisa, soffre invece il tradimento del marito Gastone con Bona Quattrociocchi, la ricca padrona di casa. L’Italia disperata della guerra non sembra toccarli; parlano molto, hanno aspirazioni confuse. Il tempo trascorre e loro sono sempre lì, in un salotto, come immobilizzati in un presente incapace di diventare futuro. Nei tre atti Ronconi sposta il tema della ricostruzione dell’Italia del dopoguerra su un piano arditamente umano, ne fa il dramma polifonico di un gruppo di borghesi “scordati”, affini ai personaggi della “Dolce vita” che Fellini girerà qualche anno dopo: anime inquiete, incapaci di decifrare se stesse e dare un senso al loro presente.

    Segnaposto
    Guerra ed estate